Vai al contenuto
Home » News » Chimico

Chimico

Valutazione Rischio Chimico

▶️ Cosa sono gli agenti chimici?
Gli #agenti #chimici sono tutti gli elementi o composti chimici, sia da soli sia nei loro miscugli, allo stato naturale o ottenuti, utilizzati o smaltiti, compreso lo smaltimento come rifiuti, mediante qualsiasi attività lavorativa, siano essi prodotti intenzionalmente o no e siano immessi o no sul mercato.

▶️ Cosa sono gli agenti chimici pericolosi?
Agenti chimici che soddisfano i criteri di classificazione come pericolosi in una delle classi di #pericolo #fisico o di #pericolo per la #salute di cui al regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, indipendentemente dal fatto che tali agenti chimici siano classificati nell’ambito di tale regolamento115.
Agenti chimici che, pur non essendo classificabili come pericolosi, comportano un #rischio per la #sicurezza e la #salute dei lavoratori a causa di loro proprietà chimico-fisiche, chimiche o tossicologiche e del modo in cui sono utilizzati o presenti sul luogo di lavoro, compresi gli agenti chimici cui è stato assegnato un valore limite di esposizione professionale.

▶️ Cos’è il rischio chimico?
#Rischio connesso all’uso professionale di #sostanze o #preparati impiegati nei cicli di lavoro, che possono essere intrinsecamente pericolosi o risultare pericolosi in relazione alle condizioni d’impiego.

▶️ Ma fanno male?
L’esposizione ad agenti chimici possono comportare irritazioni all’apparato respiratorio, allergie respiratorie e cutanee, irritazioni alla pelle e agli occhi, alterazioni sul sistema nervoso, alterazioni al fegato e all’apparato digestivo.

▶️ Cosa comporta l’esposizione ad agenti chimici a lavoro?
L’articolo 221 del D. Lgs. 81/08 determina i requisiti minimi per la protezione dei lavoratori contro i #rischi per la #salute e la #sicurezza che derivano, o possono derivare, dagli effetti di agenti chimici presenti sul luogo di lavoro o come risultato di ogni attività lavorativa che comporti la presenza di agenti chimici. Nella valutazione il datore di lavoro determina la presenza di agenti chimici pericolosi sul luogo di lavoro e valuta anche i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori derivanti dalla presenza di tali agenti, valutando:
a) le loro proprietà pericolose;
b) le informazioni sulla salute e sicurezza comunicate dal fornitore tramite la relativa scheda di sicurezza;
c) il livello, il modo e la durata della esposizione;
d) le circostanze in cui viene svolto il lavoro tenuto conto della quantità delle sostanze e delle miscele che contengono o possono generare agenti chimici;
e) i valori limite di esposizione professionale o i valori limite biologici;
f) gli effetti delle misure preventive e protettive adottate o da adottare;
g) sorveglianza sanitaria.

▶️ Cosa comporta per il datore di lavoro l’esposizione dei dipendenti ad agenti chimici?
Il datore di lavoro deve eliminare o ridurre al minimo i rischi derivanti da agenti chimici pericolosi mediante le seguenti misure:
a) progettazione e organizzazione dei sistemi di lavorazione sul luogo di lavoro;
b) fornitura di attrezzature idonee per il lavoro specifico e relative procedure di manutenzione adeguate;
c) riduzione al minimo del numero di lavoratori che sono o potrebbero essere esposti;
d) riduzione al minimo della durata e dell’intensità dell’esposizione;
e) misure igieniche adeguate;
f) riduzione al minimo della quantità di agenti presenti sul luogo di lavoro in funzione delle necessità della lavorazione;
g) metodi di lavoro appropriati comprese le disposizioni che garantiscono la sicurezza nella manipolazione, nell’immagazzinamento e nel trasporto sul luogo di lavoro di agenti chimici pericolosi nonché dei rifiuti che contengono detti agenti chimici.

#cuidosiprendecura
#cuidoinforma
#sicurezzasullavoro
#rischiochimico


error: Il contenuto è protetto!!